Google "richiama" gli utenti di Firefox

Google "richiama" gli utenti di Firefox

Come molti ricorderanno, il contratto quinquennale tra Mountain View e la Fondazione Mozilla che impegnava quest'ultima ad impostare Google come motore predefinito per le ricerche sul browser Firefox è scaduto da alcune settimane; Yahoo! ha quindi preso il posto di Big G come tool di default per le query dal "Panda Rosso".

Forse però Larry Page e soci avevano sottovalutato l'importanza di Firefox sul traffico generato dal proprio search engine, tanto è vero che, secondo le recenti rilevazioni operate dagli analisti, dopo il mancato rinnovo dell'accordo Google averebbe perduto circa il 4% del suo market share; un danno abbastanza grave anche in considerazione di un dominio per ora incontrastato.

Continua dopo la pubblicità...

Da qui l'urgenza di correre velocemente ai ripari rivolgendosi direttamente agli utilizzatori finali: in pratica il gruppo di Mountain View suggerirebbe l'impiego di default del suo motore di ricerca a tutti coloro che dovessero visitare l'home page di Big G ("google.com") tramite Firefox nelle versioni 34 e 35; una semplice richiesta non vincolata ad alcun obbligo.

Sostanzialmente tali inviti conterrebbero messaggi come per esempio "Arriva a Google più velocemente. Rendi Google il tuo motore di ricerca predefinito.", in altri casi l'azienda chiederebbe agli utenti del browser di impostare la home di Google come la propria pagina iniziale per la navigazione tramite messaggi come "Vieni qui spesso? Rendi Google la tua homepage.".

Sempre a questo proposito il gruppo di Mountain View avrebbe caricato online una pagina appositamente dedicata agli utenti dell'applicazione di Mozilla nella quale spiega i vantaggi dell'impostare Google quale motore di ricerca predefinito, come per esempio quello di poter effettuare ricerche direttamente dalla barra degli indirizzi.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.