Huawei: richiesta di risarcimento da 1 miliardo di dollari a Verizon

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Huawei: richiesta di risarcimento da 1 miliardo di dollari a Verizon

Il colosso cinese Huawei avrebbe richiesto 1 miardo di dollari di risarcimento al gruppo americano Verizon per l'utilizzo di più di 230 brevetti di sua proprietà. Secondo quanto comunicato da Reuters tali registrazioni riguarderebbero varie tecnologie per l'IoT (Internet of Things), le infrastrutture cablate e i dispositivi per le connessioni di Rete.

Per il momento le due parti in causa non si sarebbero ancora date appuntamento in tribunale, i legali di Huawei si sarebbero limitati ad inviare una lettera a Verizon in cui verrebbero specificati i brevetti oggetto della contesa e la giusta (o, per meglio dire, stimata) contropartita per l'impiego di ognuno di essi nei processi commerciali e di business.

L'iniziativa della compagnia di Shenzhen non sarebbe arrivata comunque inattesa, le due aziende si starebbero confrontando sulla questione già da un paio di mesi e alcuni giorni fa i rispettivi rappresentati si sarebbero incontrati a New York per tentare di trovare un accordo che ponga fine alla diatriba senza troppo spargimento di.. denaro.

Quello attuale è un momento particolarmente negativo per quanto riguarda le relazioni economiche tra società americane e cinesi, la stessa Huawei è stata recentemente "vittima" della decisione di Google che, in ottemperanza con le nuove direttive dell'amministrazione Trump, ha negato al gruppo asiatico l'accesso ai servizi e alle applicazioni del suo network su Android.

Tra gli effetti dell'inserimento di Huawei nella lista nera delle aziende che non possono intrattenere partnership con società americane, vi sarebbe anche la probabile chiusura della divisione dedicata alla realizzazione di notebook. Questo perché alcuni provider tra i quali la Intel sarebbero impossibilitati a venderle i propri componenti.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti