IBM investe sull'Internet delle Cose

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteDroidcon Italy 2015, il 9 e il 10 aprile aTorino
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
IBM investe sull'Internet delle Cose

Il colosso statunitense IBM avrebbe confermato il lancio di una nuova divisione aziendale interamente dedicata alla realizzazione di soluzioni commerciali basate sulle tecnologie per l'Internet delle Cose; l'investimento della compagnia in questo settore emergente potrebbe essere pari a ben 3 miliardi di dollari.

Gran parte di questi capitali dovrebbero essere impiegati per lo sviluppo della capacità di calcolo necessaria ad analizzare la gran mole di informazioni prodotta dai dispositivi "smart" interconnessi tra loro, ivi compresi quei dati che generalmente permangono soltanto per pochi istanti nella memoria dei device utilizzati dagli utenti.

Continua dopo la pubblicità...

Alla base dei progetti di IBM vi sarebbe la piattaforma denominata Bluemix IoT Zone, grazie ad essa la multinazionale dovrebbe essere in grado di implementare un solo servizio in grado di riunire i vantaggi del Cloud Computing (storage remoto, sincronizzazione multidispositivo..) con quello della Internet of Things (protocolli di Rete, interoperabilità..).

Tra le prime società interessate alle proposte di IBM vi sarebbe anche la The Weather Company, proprietaria del canale televisivo statunitense The Weather Channel che trasmette sia sul satellite che via cavo; per quest'ultimo l'emittente vanta anche un bacino record di utenti pari ad oltre 93 milioni milioni di spettatori paganti.

Il futuro giro d'affari del comparto IoT potrebbe essere particolarmente ingente, si pensi che (secondo indiscrezioni circolanti negli ambienti finanziari) il colosso dei semiconduttori Intel sarebbe ormai pronto a sborsare ben 10 miliardi di dollari per l'acquisto di Altera, società specializzata nella produzione di programmable logic device.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.