Incendio alla server farm di Aruba

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedentePlaystation Network di nuovo on-line tra una settimana
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Il blackout che in queste ore ha colpito i clienti del noto provider Aruba sarebbero dovuti ad un incendio che, secondo quanto riferito dall'azienda, avrebbe colpito la zona degli UPS senza, fortunatamente, intaccare i server che sono stati spenti in via precauzionale.

L'incendio sarebbe scoppiato intorno alle 4 di mattina e, almeno per il momento, non si hanno notizie certe sulla causa scatenante. Al fine di mantenere un canale attivo di comunicazione con i propri utenti Aruba ha aperto un apposito canale su Twitter @Arubait. Sin'ora ci sono solo 3 tweet che pubblichiamo integralmente:

  • Aruba: Causa principio di incendio nella serverfarm principale si è attivato l'energit poweroff togliendo energia alla struttura
  • sono in corso le verifiche e le operazioni di messa in sicurezza della zona. seguiranno aggiornamenti
  • Aruba: il principio di incendio ha coinvolto la zona degli ups senza intaccare le sale dati

Sono tantissimi i siti italiani in hosting presso il provider Aruba e quindi è tanta l'apprensione in Rete in queste ore. Attraverso Twitter, che ancora una volta si sta dimostrando formidabile strumento di comunicazione in situazioni di crisi, si mescolano, in un rapido susseguirsi, notizie ufficiali ed interventi "emozionali" degli utenti in cui è facile rilevare apprensione, rabbia ed anche una certa ironia (probabilmente negli utenti non direttamente interessati) circa quanto accaduto.

Per chi desiderasse monitorare la situazione in real-time il suggerimento è di seguire #aruba su Twitter.

Continua dopo la pubblicità...

Aggiornamento delle 14.08 - La situazione migliora. Server non compromessi. Servizi in fase di ripristino.

Aggiornamento delle 19.20 - Comunicato stampa ufficiale da Aruba circa il principio d'incendio che ha colpito la server farm di Arezzo.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.