".it": il lockdown incentiva le registrazioni

  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente Revenge Porn: i dati di Women for Security
  • SuccessivoMacro malware: Italia al primo posto in Europa
".it": il lockdown incentiva le registrazioni

I dati messi a disposizione da Registro.it evidenzierebbero un importante incremento delle registrazioni di nomi a dominio ".it" nel 2020, per la precisione la crescita sarebbe stata pari al 13.2% rispetto all'anno precedente. In numeri assoluti si parla di 592.821 registrazioni per un totale di 3.374.790 domini .it attivi all 31 dicembre dell'anno scorso.

I mesi durante i quali il Registro avrebbe osservato le percentuali di crescita più elevate sarebbero stati non a caso quelli di aprile e maggio, cioè il periodo in cui il lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19 è stato più severo bloccando sostanzialmente la mobilità in ambito nazionale e incentivando il ricorso di aziende e lavoratori allo smart working.

Gli incrementi di aprile e maggio sarebbero stati rispettivamente del 44% e del 28% rispetto agli stessi mesi del 2019, 66.313 nuovi nomi a dominio con estensione ".it" durante il primo e 59.474 nel secondo. Tale fenomeno non si sarebbe mai verificato in precedenza considerando un periodo di osservazione che va dal 2008 ad oggi.

Poco meno della metà delle registrazioni, il 49%, sarebbe stata effettuata da persone fisiche confermando la maggiore partecipazione da parte di lavoratori autonomi e liberi professionisti, mentre la percentuale delle aziende sarebbe stata pari a 41 punti. Considerando tutti i suffissi disponibili le imprese sarebbero invece predominanti (50%) e le persone fisiche meno attive (32%).

Continua dopo la pubblicità...

Solo i liberi professionisti avrebbero registrato 30 mila nomi a dominio con una crescita del 35% anno su anno, considerando esclusivamente il mese di aprile tale percentuale salirebbe invece a 113 punti. Da segnalare anche un incremento notevole delle registrazioni legate ad attività di e-commerce con un incremento di circa il 100% in un anno.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.