I malware preferiscono Android

I malware preferiscono Android

Secondo il "Threat Intelligence Report 2017" di Nokia, Android sarebbe il sistema operativo mobile più bersagliato in assoluto dai malware; tale conclusione è stata possibile grazie all'utilizzo della piattaforma NetGuard Security Management Center che raccoglie dati sulle azioni malevole mirate contro i dispositivi elettronici.

Considerando tutti i device analizzati, ben il 72% di tutte le infezioni rilevate all'interno delle reti mobile avrebbe origine dagli smartphone, vi sarebbe poi un restante 28% che andrebbe suddiviso tra i terminali equipaggiati con sistemi Windows e gli oggetti connessi (IoT, "Internet of Things") sempre più diffusi nelle case dei consumatori.

Continua dopo la pubblicità...

Se da una parte il numero complessivo di dispositivi equipaggiati con il Robottino Verde avrebbe subito un decremento (dal 74% dell'anno passato al 69% del 2017), dall'altra la quantità di malware destinati al sistema di Mountain View avrebbe invece registrato un incremento pari al 53%. In buona parte dei casi si tratterebbe di trojan.

Sembrerebbe infatti che a minacciare Android sia in particolare la proliferazione di market place esterni al network di Big G; quindi, le applicazioni scaricabili dal Google Play Store potrebbero essere considerate in generale ("abbastanza") sicure, mentre lo stesso non si potrebbe dire per quelle App che non provengono da fonti certificate.

Buone notizie invece per gli utilizzatori di iOS, per i quali le infazioni individuate non supererebbero il 4% sul totale dei dispositivi analizzati; meno incoraggianti i dati relativi a Windows, in questo caso infatti sarebbe stato osservato un aumento delle infezioni, passate dal 22% del 2016 ai 26 punti dell'anno corrente.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.