Mandriva va verso il fallimento

Il gruppo che cura lo sviluppo e la diffusione della distribuzione Mandriva basata sul kernel Linux sarebbe ad un passo dal fallimento; la società è quotata presso la Borsa di Parigi e i vari azionisti non sono stati ancora in grado di accordarsi su quale sarà il futuro del progetto.

I problemi sarebbero cominciati lo scorso genniao quando, dato lo stato di difficoltà del gruppo, si era quasi arrivati alla decisione di portare i libri in tribunale e dichiarare bancarotta; qualcuno però aveva proposto l'ipotesi di una cessione all'ultimo minuto.

L'acquisizione del gruppo da parte di un'altra azienda avrebbe forse potuto salvare le sorti di quanto di positivo era stato fatto fino ad allora, un azionista però sarebbe intervenuto per impedirla creando una situazione caratterizzata da confusione e incertezza.

Difficile dire quale sarà il futuro di Mandriva come società, più facile è invece ipotizzare che, in caso di fallimento, l'omonima distribuzione prenda completamente la strada dell'Open Source grazie al progetto Mageia che è in pratica il fork "libero" della distro originale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.