Microsoft non "spierà" le email degli utenti

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMountain View: la Turchia blocca i nostri server
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

La Casa di Redmond ha deciso di modificare le policy relative alla gestione della posta elettronica dei propri utenti all'interno del network aziendale, in pratica il gruppo non avrà più la possibilità di accedere ai contenuti delle email, ciò indipendentemente dalle finalità di tale attività .

Secondo quanto dichiarato da Brad Smith, capo dell'ufficio legale di Microsoft, anche una compagnia che agisca in totale buonafede non sarebbe in grado di giustificare quella che dagli utilizzatori verrebbe interpretata comunque come una violazione della privacy.

Smith avrebbe voluto sottolineare inoltre che, almeno a livello tecnico, nulla vieterebbe agli uomi di Satya Nadella di svolgere indagini sui contenuti veicolati per posta o tramite il cloud di OneDrive; ma questa incombenza verrà lasciata d'ora in poi alle agenzie legalmente autorizzate.

Per dimostrare di non essere estranea alle tematiche legate alla difesa della libertà di espressione e di corrispondenza, Microsoft avrebbe invitato alcune organizzazioni, tra cui la Electronic Frontier Foundation, ad un tavolo programmatico per l'elaborazione di strategie comuni sulla privacy.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.