Niente più Bitcoin per Microsoft

Niente più Bitcoin per Microsoft

La Casa di Redmond avrebbe deciso di rifiutare il Bitcoin come strumento per i pagamenti su Microsoft Store; come specificato tramite le FAQ del marketplace: "You can no longer redeem Bitcoin into your Microsoft account. Existing balances in your account will still be available for purchases from Microsoft Store, but can't be refunded.".

In pratica, per decisione dell'azienda californiana non sarà più possibile riscattare la nota criptovaluta tramite l'account attivato sul network di Microsoft; le somme di denaro eventualmente già presenti risulteranno invece ancora disponibili per gli eventuali acquisti sullo store ma non potranno essere rimborsati in alcun modo.

Continua dopo la pubblicità...

Ne consegue che chi dovesse aver acquistato un Pc o un tablet con Windows 10 o uno smartphone basato su Windows 10 Mobile tramite il Microsoft Store potrà utilizzare il credito residuo per comprare software o contenuti multimediali di vario tipo, non si potranno invece convertire i Bitcoin nel credito equivalente o richiedere un rimborso dell'ammontare accumulato.

La decisione di Satya Nadella e soci deriverebbe da un'esigenza di ottimizzare gli investimenti; al di là delle considerazione sulla sicurezza, che comunque rimangono ancora valide, Bitcoin verrebbe utilizzato ancora oggi da una cerchia estremamente ristretta di utenti, troppo pochi per giustificare l'impegno di risorse necessario.

E' inoltre da sottolineare il fatto che la possibilità di utilizzare il Bitcoin su Windows Store era stata intodotta soltanto pochi mesi fa, nel dicembre del 2015 poco dopo l'introduzione di un apposito convertitore nel motore di ricerca Bing; per rendere disponibile questa nuova feature Redmond aveva collaborato con i tecnici della piattaforma BitPay.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.