Pubblicità search: previsioni ottimistiche per l'italia

Pubblicità search: previsioni ottimistiche per l'italia

Il più recente Global Ad Trends Report di Warc presenta delle previsioni estremamente ottimistiche per l'andamento della pubblicità search nel nostro Paese. Nell'anno corrente si dovrebbe assistere ad una crescita di almeno 6.5 punti percentuali per un giro d'affari pari a 853 milioni di euro. L'11% degli investimenti totali in advertising.

Parliamo di una quota ancora molto contenuta in un business che a livello mondiale potrebbe muovere oltre 100 miliardi di dollari. Anche per quanto riguarda l'incremento le percentuali italiane sono inferiori rispetto alla media complessiva (+11%) ma la crescita in atto testimonia le potenzialità future di un segmento in continua espansione.

Stesso discorso per quanto riguarda il confronto tra la quota della pubblicità search sul giro d'affari pubblicitario in toto, negli Stati Uniti essa peserebbe infatti per il 22% sul totale, ma in Paesi come il Regno Unito (con un 30%) e la Cina (26%) le performance di questo formato sarebbe persino superiori a quelle degli USA.

Neanche a dirlo, parliamo di un comparto nel quale l'ecositema mobile ha un ruolo determinante ai fini della crescita. Si pensi infatti che i soli dispositivi mobili riuscirebbero a generare da oltre 67 miliardi di dollari con un market share superiore al 62%. Del resto la crescita del mobile sarebbe stata di più del 200% negli ultimi 2 anni.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto riguarda i protagonisti del settore, a farla da padroni sarebbero nella maggior parte dei casi i soliti nomi delle Big Company High Tech: Google, Baidu, Yahoo e Bing. Mountain View, ma c'era da aspettarselo, deterrebbe la quota di mercato più ampia con 85.8 miliardi di dollari maturati nel 2017, il 20% in più rispetto all'anno precedente.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.