Quale futuro per la RIM?

Recentemente i co-fondatori Jim Basillie e Mike Lazaridis hanno lasciato la poltrona di CEO presso la canadese Research in Motion in seguito alle pressioni degli investitori; il timone è quindi passato nelle mani di Thorsten Heins e gli analisti hanno provato a fare previsioni sul futuro dell'azienda.

C'è chi avrebbe già accantonato le ipotesi riguardanti una possibile acquisizione da parte di un altro gruppo (si erano fatti i nomi di Samsung, Microsoft e Nokia), in questo caso Heins punterebbe sull'autarchia ma per riportare la situazione alla normalità non avrebbe più di un anno/un anno e mezzo di tempo.

Continua dopo la pubblicità...

Altri analisti dubiterebbero invece che Heins abbia intenzione di rivoluzionare gli assetti del gruppo, la sua condotta sarebbe infatti ancora troppo influenzata dalla "vecchia guardia"; in questo senso sarebbe stato forse meglio ricercare un nuovo CEO all'esterno della RIM.

Infine c'è chi sostiene che sarà il sistema operativo mobile BB10 a determinare le future sorti del gruppo, esso verrà rilasciato entro la metà dell'anno e potrebbe contribuire ad invertire l'attuale tendenza negativa o confermarla definitivamente.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.