Rubano i dati di migliaia di utilizzatori di iPad. Arrestati.

Andrew Auernheimer e Daniel Spitler sono i nomi di due cittadini statunitensi che sono stati tratti in arresto con l'accusa di aver violato i sistemi di sicurezza del provider AT&T e di aver pubblicato senza autorizzazione i dati relativi a decine di migliaia di utilizzatori dell'iPad.

L'arresto rappresenta il culmine di una vicenda caratterizzata si dall'inizio da grande confusione; l'attacco in questione venne lanciato contro AT&T nel corso della metà del 2010 e, inizialmente, sembrava che lo scopo fosse unicamente quello di denunciare una vulnerabilità.

Continua dopo la pubblicità...

E in effetti la vulnerabilità venne denunciata da una crew denominata Goatse Security, quest'ultima però non si limitò ad effettuare una segnalazione, si rese immotivatamente protagonista della pubblicazione on line di circa 114 mila account che avrebbero dovuto rimanere segreti.

Un brutto pasticcio che ha avuto anche l'effetto di conivolgere numerosi utenti importanti tra cui più di un impiegato presso la NASA e il sindaco della città di New York, Michael Bloomberg, tutti possessori di un tablet prodotto da Cupertino.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.