Silvia Candiani è il nuovo CEO di Microsoft Italia

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteWhatsApp Business per le aziende
  • SuccessivoEmail aziendali per scopi privati: il licenziamento e lecito?

La divisione italiana della Casa di Redmond ha un nuovo CEO, anzi, una CEO, la top manager Silvia Candiani; quest'ultima prende il posto di Carlo Purassanta, alla guida di Microsoft Italia dal 2013, che manterrà comunque una posizione di dirigente come vice presidente di Microsoft France all'interno del gruppo californiano.

Laureata alla Bocconi, Silvia Candiani vanta già una lunga carriera nell'azienda capitanata da Satya Nadella per la quale è stata prima responsabile della divisione marketing & operations, poi direttrice della sezione consumer & online e, più recentemente, capo della divisione Consumer & Channel per le regioni dell'Europa Centrale e Orientale.

Continua dopo la pubblicità...

Grande sostenitrice dell'imprenditoria femminile, la Candiani è una delle promotrici di ValoreD, un'associazione di imprese nata con lo scopo di valorizzare la diversità e il talento delle donne in ambito aziendale. Tra le sue esperienze al di fuori di Microsoft è possibile segnalare quelle effettuate in aziende prestigiose quali San Paolo Imi e Vodafone.

Commentando il suo nuovo ruolo di amministratrice delegata, la Candiani, che è sposata e ha due figli, ha voluto sottolineare il suo piacere nel tornare a vivere e lavorare in Italia, un Paese che a suo parere presenta grandi potenzialità di crescita e del quale Microsoft potrà accelerare il processo di digitalizzazione.

La nuova massima dirigente della localizzazione italiana di Redmond guiderà un gruppo che oggi conta ben 850 collaboratori e una fitta rete di società partner, tra queste ultime vi sono anche diverse giovani aziende innovative di cui Purassanta ha promosso la crescita grazie a programmi appositamente dedicati alle startup.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.