Snapchat: drastico calo della capitalizzazione

Snapchat: drastico calo della capitalizzazione

L'IPO affrontata lo scorso marzo dall'azienda che fa capo a Snapchat aveva fatto ben sperare riguardo alla sua capacità di reggere l'urto del mercato finanziario; dopo una prima capitalizzazione pari a poco meno di 3.5 miliardi di dollari il valore delle azioni era infatti salito fino ad una quotazione complessiva pari a oltre 31 miliardi di dollari.

Alla lunga però l'effetto positivo dell'Offerta Pubblica Iniziale sarebbe stato sempre meno rilevante, tanto che il valore del gruppo avrebbe perso circa 13 miliardi di dollari in appena 4 mesi. Ad oggi un singolo titolo della compagnia verrebbe scambiato per 17 dollari, cioè ben al di sotto degli oltre 27 dollari registrati al debutto.

Quali le cause di questo tracollo? Molto probabilmente il tutto potrebbe essere spiegato con quelli che sono i numeri reali generati dall'attività della società, essa infatti riuscirebbe a produrre un fatturato non superiore ai 500 milioni di dollari su base annua. Questo per non parlare dei profitti che risulterebbero essere per ora assenti.

Comprensibile quindi la preoccupazione degli investitori; nonostante ciò, per alcuni versi l'acquisto delle azioni di Snapchat risultarebbe essere ancora oggi conveniente, questo perché il valore della capitalizzazione si aggirerebbe attualmente intorno a ben 34 volte i ricavi ottenuti e a circa 5 volte il patrimonio posseduto dalla casa madre.

Continua dopo la pubblicità...

Rimarrebbe però il problema delle perdite operative che, stando ai dati riportati alla fine dell'ultimo trimestre, dovrebbero aver raggiunto quota 2.2 miliardi di dollari. Secondo gli analisti il titolo della compagnia dovrebbe continuare a produrre delle perdite nel breve e medio periodo per poi ricominciare ad acquistare valore nel lungo periodo.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.