Social media in crescita per l'informazione politica

Social media in crescita per l'informazione politica

La televisione rimane ancora oggi il mezzo preferito dagli Italiani per l'informazione politica, con l'89.2% sul totale del campione intervistato di recente in proposito dall'ISTAT, sarebbero invece in calo le testate giornalistiche online, dal 41.1% del 2014 al 33.1% del 2019 e in forte crescita i social media (dal 9.5% al 19.8% nel quinquennio considerato).

Social network come per esempio Facebook e Twitter rappresenterebbero inoltre l'unico canale di informazione politica per il 15.1% degli utenti dai 54 anni in poi e per il 18.9% di coloro che appartengono alla fascia d'età compresa tra i 35 e i 54 anni. Nel caso di chi ha meno di 35 anni i social media avrebbero già superato la carta stampata.

Continua dopo la pubblicità...

Durante lo scorso anno coloro che hanno fatto ricorso al Web per informarsi sulle vicende della Politica sarebbero saliti a quota 15 milioni e 800 mila, sostanzialmente il 42% sul complesso di chi si dichiara interessato a questo argomento. Interessante notare come il 70% dei giovani tra i 14 e i 24 si informerebbe almeno una volta alla settimana contro il risicato 20% degli ultrasessantacinquenni.

Internet risulterebbe essere molto più utilizzato come strumento per l'informazione politica dai residenti nel Centro-Nord della Penisola rispetto al Meridione e alla Isole, in linea generale tale tendenza si affermerebbe soprattutto nei comuni di grandi dimensioni (con più di 50 mila abitanti) e con maggiore frequenza nelle aree metropolitane.

Sempre meno di moda le versioni cartecee dei quotidiani e dei periodici, praticamente ignorate da un terzo di coloro che leggono questo tipo di pubblicazioni nella loro variante digitale. Ancora abbastanza frequentati i blog, i newsgroup e i più volte dati per morti "forum di discussione" citati dal 51.4% di chi si informa di Politica in Rete.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.