TechCrunch Italy: evento dedicato alle startup della penisola

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteKim Dotcom ci riprova con Megabox (ma questa volta è legale)
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

la prestigiosa testata TechCrunch (gruppo AOL), universalmente riconosciuta come la "bibbia della tecnologia" ha organizzato quest'anno, per la prima volta, un evento tutto italiano. Nome della manifestazione, che si è tenuta ieri Giovedì 27 Settembre 2012 a Roma, è TechCrunch Italy.

TechCrunch Italy

Scopo dell'evento era quello di riunire sotto lo stesso tetto esperti, tecnici e imprenditori accomunati dall'idea che le startup possono essere la nuova linfa attraverso la quale rivitalizzare l'asfittica economia nazionale (e continentale).

Continua dopo la pubblicità...

Sul palco, insieme a personaggi autorevoli come il ministro Corrado Passera (che ha parlato di banda larga e del progetto Restart, Italia!, tantissimi giovani intenti a presentare alla platea il proprio progetto, la propria applicazione o, più semplicemente, la propria idea di business per cambiare in meglio il mondo o, più semplicemente, per avere successo grazie alle nuove tecnologie.

Qualcosa si muove anche da noi, quindi, in attesa che il governo vari le tanto attese norme sulle startup e le semplificazioni volte a dare impulso al settore della tecnologia nel Bel paese, i giovani startupper italiani hanno dimostrato una certa vitalità proponendo progetti interessanti basati, in buona parte, sulle nuove tecnologie mobili e sul cloud.

Luca Ascani, uno degli organizzatori del progetto, ha sottolineato come lo scopo finale di questa manifestazione sia "quello di puntare i riflettori internazionali su delle case history virtuose, creando i presupposti per la nascita di una Silicon Valley locale e stimolare nuove occasioni di confronto con la community globale di imprenditori del web e finanziatori".

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.