Tim e Huawei aprono a Catania un Business Innovation Center per l'IoT

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteE-commerce: ancora troppi carrelli abbandonati
  • SuccessivoAdvertising: preoccupa il duopolio Google/Facebook

Tim e Huawei hanno inaugurato un nuovo Business Innovation Center nato grazie ad una partnership tra le due aziende presso la città di Catania. I ricercatori impiegati all'interno del complesso siciliano si occuperanno in particolare dello sviluppo di soluzioni per l'IoT (Internet of Things), sia per il mercato consumer che per il segmento enterprise.

Il centro ospiterà progetti incentrati su diverse applicazioni degli oggetti connessi, dalla gestione intelligente dei parcheggi in ambito urbano alla prevenzione degli incendi tramite rilevatori di fumo smart, dalla misurazione delle perdite di acqua e corrente per ottimizzare i consumi fino ai dispositivi per la zootecnica.

Continua dopo la pubblicità...

L'inaugurazione rappresenta soltanto il primo passo di un investimento pari a 3 milioni di euro che verrà stanziato nell'arco del prossimo triennio, l'obbiettivo atteso è quello di permettere lo sviluppo di almeno 30 tra startup e piccole/medie imprese che siano in grado di stimolare il mercato del lavoro nel Meridione.

Il Business Innovation Center ha sede presso il Tim Wcap Catania, hub fondato dalla stessa azienda capitolina nel corso del 2013. In loco sono state installate alcune soluzioni per l'IoT di Huawei tra cui anche Narrowband, una cella attraverso la quale è possibile effettuare sperimentazioni simulando le performance della connettività in 5G.

Tra le iniziative correlate all'inaugurazione vi è anche il CityHack, uno speciale hackathon non-stop della durata di due giorni durante il quale i partecipanti hanno la possibilità avvalersi della nuova infrastruttura per sviluppare progetti innovativi coinvolgendo, nel contempo, la comunità locale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.