Turismo senza Wi-Fi in Italia

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

Secondo una rilevazione svolta recentemente dai ricercatori di HRS, attualmente la Penisola occuperebbe le ultime posizioni nella classifica delle nazioni che dispongono della migliore copertura Wi-Fi nelle strutture ricettive del settore alberghiero.

Per dare un'idea della gravità della situzione attuale, basti pensare che nel Vecchio Continente soltanto la Grecia e la Spagna riuscirebbero a fare peggio di noi, cioè del Paese che vanta la maggior parte del patrimonio artistico a livello mondiale, una nazione che per sua natura dovrebbe essere votata al turismo.

Da questo punto di vista a stravincere sarebbe la Svezia con una copertura pari all'85%; nessuno pretende di essere come gli Svedesi, pochi, ricchi, felicemente ipertassati e dotati di infrastrutture all'avanguardia, basterebbe invece potersi confrontare con i Turchi (84.8%) e i Polacchi (80.5%).

Ad oggi, la percentuale dell'Italia (che per anni ha dovuto pagare l'esistenza del famigerato "Decreto Pisanu") si attesterebbe invece intorno al 58%, un dato non di certo positivo ma comunque nettamente migliore rispetto al 53% registrato tre anni fa.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti