UE: multa da 3 miliardi di euro per Google?

UE: multa da 3 miliardi di euro per Google?

Secondo le attuali indiscrezioni l'Antitrust dell'Unione Europea potrebbe comminare una sanzione pari a ben 3 miliardi di euro a carico di Mountain View; tale cifra potrebbe essere motivata in seguito alle accuse più volte rivolte all'azienda californiana di operare nel mercato della ricerca e dell'advertising online da posizione dominante a danno della concorrenza.

Nessuno dei soggetti coinvolti avrebbe confermato questa notizie, in attesa di eventuali smentite è bene ricordare che una sanzione di questa portata potrebbe essere la più alta mai decisa dalla UE contro un colosso dell'High Tech operante nel suo territorio; nel 2009 la Intel ricevette una multa pari a 1.1 miliardi di euro, neanche la metà di quanto previsto per Big G.

Ma le cose per il gruppo capitanato da Sundar Pichai potrabbero andare anche peggio, questo perché tenendo conto della attuali normative l'Unione potrebbe arrivare a chiedere fino al 10% del fatturato prodotto dall'attività commerciale di Google nel corso di un anno fiscale; in questo caso parliamo di ben 6.6 miliardi di dollari.

Indipendentemente dall'ammontare stabilito. tale sanzione dovrebbe arrivare in seguito ad un'inchiesta durata ben 6 anni, periodo durante il quale la dirigenza di Mountain View si sarebbe dimostrata restia ad accogliere le richieste di chiarimento inviate dall'Antitrust e, soprattutto, non disposta a seguire la via del compromesso tra le proprie istanze e quelle della UE.

Continua dopo la pubblicità...

Un'eventuale sanzione non dovrebbe essere comunque l'unico risultato di un pronunciamento dell'Unione Europea a sfavore di Google, quest'ultimo infatti potrebbe essere costretto a mettere mano al suo algoritmo per le ricerche in modo che i risultati motrati in seguito alle query soddisfino anche le esigenze di visibilità della concorrenza.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.