Windows 10 cresce, Microsoft Edge no

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteLineage OS, il successore della CyanogenMod
  • SuccessivoTwitter consentirà la modifica dei tweets
Windows 10 cresce, Microsoft Edge no

Le ultime analisi di NetMarketShare rivelerebbero una crescita costante di Windows 10 in termini di quota di mercato, rilasciata circa un anno e mezzo fa (per la precisione il 29 luglio del 2015) la piattaforma della Casa di Redmond vanterebbe oggi un market share pari al 24.36% in ambito Desktop che nel mese di novembre era pari al 23.72%.

Si tratta di una notizia molto importante, se non addirittura rassicurante, per l'azienda capitanata da Satya Nadella, soprattutto in considerazione del fatto che a partire dalla fine dello scorso luglio Windows 10 non viene più distribuito come aggiornamento gratuito per le installazioni basate su Windows 7 e Windows 8/8.1.

Continua dopo la pubblicità...

Seven continuerebbe comunque ad essere il sistema operativo Microsoft più utilizzato in assoluto, con una quota di mercato del 48.34% aumentata di quasi 1.2 punti percentuali rispetto alla rilevazione mensile precedente; seguirebbero l'apparentemente "immortale" Windows XP (9.07%) e un Windows 8.1 in calo dall'8.01% al 6.90%.

Se però da una parte Windows 10 sembrerebbe aver convinto i consumatori sempre meno restii ad operare una migrazione verso di esso, il browser Web Microsoft Edge non avrebbe suscitato il medesimo entusiasmo e si starebbe rivelando incapace di ereditare il successo che fu del suo predecessore, Internet Explorer.

La nuova applicazione per la navigazione Internet di Redmond si sarebbe ora assestata su un market share pari a 5.33 punti percentuali contro i 5.21 di novembre 2016; gli attuali numeri di Google Chrome sarebbero quindi molto lontani considerando le centinaia di milioni di installazioni di Windows 10 oggi attive.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.