Cresce Windows 7, stabile Windows 8.1

Cresce Windows 7, stabile Windows 8.1

Secondo le ultime rilevazioni effettuate dagli analisti di Net Applications, nel corso del mese di marzo 2015 sarebbe stata registrata una maggiore diffusione del sistema operativo Windows 7; per contro nello stesso periodo la più recente piattaforma Windows 8.1 (aggiornamento di Windows 8) avrebbe sostanzialmente conservato la sua quota di mercato.

In pratica Windows Seven sarebbe passato dal 55.99% del mese di febbraio al 58.04% di quello successivo; tale risultato sarebbe dovuto in buona parte anche alla diminuzione del market share di Windows XP (non più supportato a partire dall'aprile dell'anno scorso), passato in appena una trentina di giorni dal 19.15% al 16.94%.

Continua dopo la pubblicità...

Un tendenza che con tutta probabilità non risulterà particolarmente gradita alla società capitanata da Satya Nadella, questo perché se da una parte il lento abbandono di XP potrebbe essere letto come un dato positivo per la casa madre, dall'altra la tendenza ad ignorare Windows 8.1 come alternativa per la migrazione potrebbe rappresentare un danno.

Esattamente come Windows 8.1, anche Windows 7 permetterà di effettuare un aggiornamento gratuito a Windows 10, piattaforma oggi in fase di anteprima tecnica che verrà rilasciata come stabile entro la prossima estate; è quindi probabile che numerosi utenti opteranno per un passaggio diretto a quest'ultimo, tralasciando Windows 8.1.

Grazie al programma per i test denominato Windows Insider, Windows 10 avrebbe già conquistato una quota di mercato pari allo 0,09% sul totale delle installazioni di Windows; la versione stabile del sistema di Big M attualmente meno utilizzata dovrebbe essere Windows Vista con una percentuale pari a 1.97 punti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.