ElectionGuard, il bug hunting elettorale di Microsoft

ElectionGuard, il bug hunting elettorale di Microsoft

ElectionGuard è il nome di una piattaforma per il bug hunting che la Casa di Redmond ha lanciato in vista delle prossime elezioni presidenziali USA che si terranno nel novembre del 2020. L'obbiettivo è quello di individuare bug e vulnerabilità che potrebbero essere presenti nelle cosiddette "voting machine", terminali che saranno a disposizione per il voto elettronico.

Per far questo Microsoft ha dato vita ad un programma che prevede di corrispondere dei premi in denaro a coloro che daranno un contributo sostanziale al miglioramento della sicurezza di questi dispositivi. Sviluppatori dotati delle necessarie competenze e ricercatori informatici specializzati in Cybersecurity potranno ricevere fino a 15 mila dollari per ciascuna problematica rilevata.

Continua dopo la pubblicità...

Tale iniziativa viene realizzata nel quadro del Defending Democracy Program, un progetto che parte dalla convinzione che le nuove tecnologie possano garantire la sicurezza dei processi democratici. L'ipotesi di partenza non è però condivisa da tutti e solo eliminando il maggior numero possibile di falle se ne potrà dimostrare la reale efficacia.

Così come accade con i Bug Bounty Program di altre grandi aziende, e a tal proposito basterebbe citare Google, anche il progetto di Microsoft ha permesso a diversi esperti di sicurezza di monetizzare grazie alle proprie skill, nel periodo compreso tra il 30 giugno 2011 e l'1 luglio 2018 il gruppo capitanato da Satya Nadella avrebbe distribuito più di 4.4 milioni di dollari.

Quello legato a ElectionGuard non è però l'unico programma dedicato ai cacciatori di Bug di Redmond, attualmente sono infatti in essere iniziative simili per l'individuazione di eventuali problematiche a carico del sistema operativo Windows 10 (che vanta già oltre 1 miliardo di installazioni) e dell'infrastruttura Azure per l'erogazione di servizi Cloud based.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.