Facebook: commentare i commenti diventa un affare

Facebook: commentare i commenti diventa un affare

Recentemente i vertici di Menlo Park hanno deciso di introdurre in Facebook la possibilità di commentare i commenti, un'opzione destinata però soltanto alle pagine e ai profili pubblici che hanno saputo raccogliere più di 10 mila contatti; dietro a tale iniziativa vi sarebbero interessi economici a 6 zeri.

Le discussioni infatti determinerebbero tempi di permanenza più lunghi sulle pagine della piattaforma, grazie ai nuovi "Replies" Zuckerberg e soci potranno quindi presentarsi agli inserzioni dimostrando come il propri social network determini fidelizzazione e coinvolgimenti intorno ad un brand.

Tale fenomeno determinerebbe da parte delle aziende una richiesta sempre maggiore di servizi incentrati sulla cura dei commenti, una domanda di consulenze tecniche che si tradurrebbe in maggiori investimenti finalizzati alla creazione di community.

Ad oggi, circa la metà del traffico prodotto dai social network sarebbe dovuto ai commenti stessi, l'importanza che gli utenti attribuiscono alle discussioni in Rete starebbe già portando alcuni operatori ad ipotizzare l'introduzione di servizi a pagamento per chi volesse evidenziare maggiormente i propri contributi.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.