Facebook si scusa per il suo esperimento segreto

Facebook si scusa per il suo esperimento segreto

Dopo le polemiche suscitate dalla notizia di un esperimento condotto segretamente da Facebook su circa 700 mila utenti per valutare la forza del contagio emotivo sui social network, il gruppo di Menlo Park ha deciso di scusarsi (almeno parzialmente) per l'accaduto.

Non è dato sapere se l'iniziativa del Sito in Blue sia stata dettata da sincero dispiacere o dalla preoccupazione dovuta alle indagini condotte in alcuni paesi, fatto sta che per spiegare la posizione di Mark Zuckerberg e soci è dovuta intervenire pubblicamente Sheryl Sandberg.

La direttrice operativa di Facebook avrebbe promesso che il social network non tenterà mai più di intervenire sugli stati d'animo dei propri iscritti, contestualmente però la manager avrebbe affermato che le notizie relative alla sperimentazione già effettuata sarebbero state mal comunicate.

Secondo la Sandberg, non vi sarebbe stato alcun tentativo di manipolare le emozioni di centinaia di migliaia di persone, il tutto si sarebbe invece risolto con un esperimento della durata di appena una settimana e senza l'intenzione di violare la privacy altrui.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.