Google Digital News Innovation Fund: 11.5 milioni all'Italia

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteStartup innovative costituite online: 96 su 100 sono ancora attive
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1
Google Digital News Innovation Fund: 11.5 milioni all'Italia

Alcuni anni fa Mountain View ha lanciato il programma Digital News Innovation Fund destinato a sostenere l'editoria digitale e i contenuti giornalistici di qualità, fino ad ora tale iniziativa avrebbe permesso di distribuire ben 150 milioni di euro a 662 progetti europei tra cui 45 sviluppati in Italia dove la raccolta sarebbe stata pari a 11.5 milioni di euro.

I dati attualmente disponibili si riferiscono al periodo compreso tra il 2015 e il 2019, durante il quale le richieste di fondi hanno riguardato progetti per un impegno di spesa massimo pari ad 1 milione di euro. Da segnalare che i finanziamenti sarebbero andati sia a realtà già particolarmente strutturate che a piccole iniziative emergenti.

Grandi editori italiani hanno usufruito del supporto economico offerto da Google

Per quanto riguarda la Penisola troviamo diversi nomi noti fra quelli di coloro che hanno deciso di ricorrere al Digital News Innovation Fund, a tal proposito basterebbe citare "Il Sole 24 Ore", la "Gazzetta dello Sport", il "Corriere della Sera", "Radio 24", "Radio Radicale", "Adnkronos", "Linkiesta.it", "Fondazione Openpolis", "AGI" e "Mondadori Scienza".

Tra le motivazioni che hanno portato alla richiesta di supporto economico troviamo in primo luogo la necessità di operare utilizzando nuove tecnologie, relativa a quasi la metà dei partecipanti al programma (per la precisione il 49%), seguita dal contrasto alla disinformazione (20%), dal racconto degli avvenimenti locali (19%) e dall'incremento dei ricavi digitali (12%).

Continua dopo la pubblicità...

Al Digital News Innovation Fund Big G ha affiancato la Google News Initiative lanciata nel 2018, grazie ad essa sono stati stanziati 300 milioni di dollari per il sostegno al giornalismo, di questi oltre 54 milioni sarebbero stati destinati a progetti europei, buona parte dei quali per startup innovative che hanno deciso di scommettere sull'informazione tramite canali digitali.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.