#HackCultura: un hackathon per promuovere il patrimonio culturale

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • Precedente Server aziendali: vendite in calo ma non in Italia
  • SuccessivoGarante Privacy e ACN insieme per la Cybersecurity
#HackCultura: un hackathon per promuovere il patrimonio culturale

#HackCultura è il nome di un hackathon che ha come obbiettivo lo sviluppo di progetti digitali da parte degli studenti delle scuole italiane, lo scopo è anche quello di favorire la conoscenza nei giovani del proprio patrimonio culturale in un'ottica di titolarità che permetta loro di appropriarsi di qualcosa che dovrà essere curato anche in futuro.

Giunta alla sua quarta edizione, l'iniziativa vuole incentivare le proposte di progetti legati a metodologie innovative con cui valorizzare un patrimonio sia tangibile che intangibile e digitale e promuovere l'engagement delle fasce di età giovanili della Penisola. Sono invitati a partecipare tutti gli studenti delle scuole italiane di ogni ordine e grado suddivisi in team.

Le scuole si sfidano con i mezzi digitali per promuovere il patrimonio culturale italiano

Il contest riguarda idee su servizi o prodotti, come per esempio percorsi, video, audioguide, oggetti multimediali, installazioni AR, strumenti, ad esempio applicazioni o dispositivi, metodi e strumenti per favorire l'approccio di un pubblico più ampio possibile, nonché interventi innovativi con cui mappare, rendere accessibile, sostenere, valorizzare e monitorare il patrimonio culturale.

Ogni scuola potrà proporre uno o più team e partecipare ad una o più sfide dell'hackathon, l'attuazione dei progetti potrà avvenire presso ciascuna sede scolastica o luogo della cultura, ad esempio un museo, una biblioteca o un archivio, che abbia aderito all'iniziativa o durante un evento appositamente organizzato sul proprio territorio.

Le sfide potranno riguardare diversi ambiti tematici tra cui il riutilizzo di contenuti digitali aperti, lo sviluppo di laboratori creativi e il racconto di una scuola a partire da un oggetto. #HackCultura2022 mira alla costruzione di contenitori di patrimoni digitali scolastici stabili, per partecipare è possibile compilare il modulo presente nella pagina Web del contest.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti