MiSE: 17.7 milioni per il calcolo ad alte prestazioni

MiSE: 17.7 milioni per il calcolo ad alte prestazioni

Il MiSE (Ministero dello Sviluppo Economico), dicastero guidato da Giancarlo Giorgetti, ha messo a disposizione una dotazione pari a 17.7 milioni di euro con lo scopo di finanziare progetti innovativi di imprese italiane nel campo del supercalcolo e dell'elaborazione dei dati tramite l'utilizzo di microprocessori ad alto livello tecnologico.

Tale misura si rivolge alle imprese che hanno già superato il processo di selezione nell'ambito delle due call emanate nel corso dell'anno passato dall'impresa comune denominata EuroHPC JU (European High Performance Computing Joint Undertaking) che rappresenta un campo della strategia industriale nell'ambito dell'Unione Europea.

Nello specifico l'EuroHPC è una iniziativa promossa dalla Unione, dagli Stati membri e da partner privati, istituita con lo scopo .di sviluppare un'infrastruttura di supercalcolo paneuropea e di sostenere la cooperazione nella ricerca scientifica avanzata, aumentare la competitività industriale e garantire l'autonomia tecnologica e digitale europea del Vecchio Continente.

Le imprese interessate potranno richiedere i finanziamenti agevolati previsti dalla misura inviando le domande e i progetti al Ministero entro le 24:00 dell'8 settembre 2021 tramite l'indirizzo di posta certificata [email protected]. A tal proposito è bene precisare che l'unica modalità accettata per l'invio della domanda è quella telematica.

Continua dopo la pubblicità...

Ciascun progetto presentato dovrà prevedere spese non inferiori a 2 milioni di euro mentre il tetto massimo di spesa è stato fissato in 20 milioni di euro, l'erogazione dei finanziamenti avverrà in 5 soluzioni più una sesta a saldo condizionata alla presentazione di una relazione tecnica finale da effettuare entro 3 mesi dal completamento del progetto.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.