Nuovo attacco conro il PlayStation Network

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook consente di cercare i post dei contatti
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

I crackers starebbero continuando a metter sotto assedio gli asset online del colosso giapponese Sony, sarebbe così accaduto che dopo l'attacco sferrato qualche settimana fa contro i server della Sony Pictures ora il nuovo obiettivo delle incursioni telematiche dovrebbe essere diventato il PlayStation Network, cioè il canale per il gioco online del gruppo.

L'azione malevola avrebbe portato all'impossibilità di accedere al network e di fruire di tutte le altre funzionalità messe a disposizione dal servizio, come per esempio quella che consente di acquistare nuovi videogames per la console videolufica PlayStation 4 e di entrare in comunicazione con gli altri utilizzatori della piattaforma.

Come nel caso dell'attacco contro la Sony Pictures, anche questa volta gli autori dell'incursione sarebbero i componenti della crew denominata Lizard Squad; questi ultimi avrebbero già provveduto a rivendicare l'azione perpetrata ai danni del gruppo nipponico attraverso un apposito micropost pubblicato su Twitter.

Dal punto di vista tecnico i crackers avrebbero agito attraverso delle tecniche finalizzate al DDoS (Distributed Denial of Service), i tecnici della Sony avrebbero tempestivamente confermato l'esistenza del problema e attualmente sarebbero già cominciate le operazioni necessarie per il ripristino dei sistemi e l'identificazione dei responsabili.

Continua dopo la pubblicità...

Secondo alcuni analisti, la matrice dell'incursione potrebbe avere origine in Nord Coreana, ipotesi comunque smentita dalle autorità dello stato asiatico; a preoccupare sarebbero le modalità utilizzate dagli attaccanti nelle rivendicazioni, quella riguardante Sony Pictures avrebbe contenuto anche delle minacce contro le famiglie dei dipendenti dell'azienda.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.