Paola Pisano: Data Center della PA nel Cloud

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteChrome sconsiglia Edge per le estensioni
  • SuccessivoCommissione Europea: usate Signal, non WhatsApp
Paola Pisano: Data Center della PA nel Cloud

Paola Pisano, Ministro dell'Innovazione, ha lanciato un piano per l'ottimizzazione dei Data Center della Pubblica Amministrazione e il passaggio delle infrastrutture istituzionali verso il Cloud. L'ultima rilevazione operata dall'AgID (Agenzia per l'Italia Digitale) avrebbe censito 1.252 asset, 1.190 dei quali inseriti nel cosiddetto "Gruppo B" e quindi ritenuti obsoleti.

Questi ultimi, quindi la stragrande maggioranza, dovranno essere per forza di cose sostituiti con delle infrastrutture più avanzate, questo perché ben lontani dai criteri di efficienza e sicurezza indispensabili durante l'interazione tra cittadini e PA. Per tutti gli asset rientranti nel Gruppo B dovrà essere garantita assistenza alla migrazione o ad un'eventuale esternalizzazione.

Continua dopo la pubblicità...

Per raggiungere tale obbiettivo sarà però necessario definire un nuovo modello di procurement, e quindi di approvvigionamento dei beni e dei servizi necessari alla razionalizzazione dei Data Center. Per questo motivo il Ministero avrebbe avviato una collaborazione con il Consip (la centrale acquisti della PA italiana) finalizzata al lancio di una gara entro il 2021.

L'obbiettivo è quello di dar vita a delle procedure molto più rapide sia per quanto riguarda il passaggio al Cloud che per il reclutamento dei professionisti che dovranno gestire questo processo. Il modello di procurement attualmente in uso si è infatti dimostrato più volte inadeguato a soddisfare le esigenze legate alla digitalizzazione che necessitano di tempistiche ridotte.

La vera rivoluzione dovrebbe palesarsi in una metodologia basata sulla possibilità di rivolgersi a più fornitori, in questo modo andranno a cadere diversi vincoli propri del modello di procurement tradizionale e verranno a crearsi occasioni di business anche per imprese non particolarmente strutturate ma innovative come per esempio le startup.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.