PayPal dice addio a Libra

PayPal dice addio a Libra

Nei giorni scorsi erano circolate in Rete alcune indiscrezioni secondo cui Visa e Mastercard sarebbero state pronte ad abbandonare la Libra Association, ciò in risposta a Facebook che avrebbe gradito un maggiore coinvolgimento delle aziende partner nel promuovere i vantaggi della cryptovaluta ancora in attesa del lancio ufficiale.

La reale posizione a riguardo dei due circuiti di carte di credito non sarebbe stata ancora confermata, mentre invece un altro importante nome del settore dei pagamenti elettronici avrebbe reso noto di non voler più avere a che fare con il progetto: PayPal. L'azienda statunitense avrebbe motivato tale decisione con l'esigenza di focalizzare i proprio impegni nel core business aziendale.

Continua dopo la pubblicità...

Da parte sua PayPal avrebbe intenzione di continuare ad investire sulla democratizzazione degli strumenti finanziari, soprattutto in favore di quegli utenti che hanno più difficoltà nell'accedere ad essi, ma il comunicato pubblicato nelle scorse ore sottolinierebbe come Libra non sembrerebbe essere lo strumento ideale per raggiungere tale risultato.

La risposta di Dante Disparte, responsabile della divisione Head of Policy & Communications della Libra Association, non si sarebbe fatta attendere ma sarebbe stata estremamente diplomatica: tutti i componenti dell'organizzazione sono liberi di operare le proprie valutazioni su costi e benefici derivanti dalla partecipazione allo sviluppo di Libra.

La cryptovaluta dovrebbe arrivare sul mercato entro il prossimo anno, a questo punto però non è escluso che altre compagnie possano seguire l'esempio di PayPal e lasciare l'iniziativa voluta da Mark Zuckerberg prima che essa possa determinare realmente le problematiche a danno dell'economia monetaria globale che diversi analisiti e regolatori prevedono.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.