Samsung in calo nel mercato smartphone (cresce Xiamoi)

Samsung in calo nel mercato smartphone (cresce Xiamoi)

I dati raccolti nel corso dell'ultimo trimestre dai ricercatori della IDC parlano di un mercato degli smartphone che vede ancora oggi primeggiare la Samsung e la Casa di Cupertino al secondo posto; ma sempre secondo i risultati ottenuti l'azienda che sarebbe riuscita ad generare le migliori performances nel periodo considerato sarebbe stata la Xiaomi.

Per quanto riguarda la Samsung, quest'ultima continuerebbe ad essere il maggior produttore mondiale grazie a oltre 78 milioni di dispositivi commercializzati e ad un market share pari a ben 23 punti percentuali; per contro però il gruppo avrebbe registrato una perdita significativa, parliamo dell'8.2% che probabilmente testimonia una certa disaffezione verso le sue proposte.

Continua dopo la pubblicità...

In piena salute la Mela Morsicata, Tim Cook e soci festeggierebbero infatti non meno di 39.3 milioni di esemplari distribuiti, ciò grazie anche al lancio dei nuovi modelli di melafonino Apple: l'iPhone 6 e il fortunato phablet iPhone 6 Plus; una performances traducibile in un incremento di oltre il 16% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Ma è la terza posizione a rivelare una vera e propria sopresa, la già citata società cinese Xiaomi; quest'ultima sarebbe riuscita ad ottenere un'ottima risposta da parte dei consumatori grazie al suo modello Mi-4, uno smartphone di fascia alta le cui funzionalità sono in qualche modo paragonabili a quelle dei top level di Cupertino e Seul ma ad un prezzo più contenuto.

Altre due aziende asiatiche, la Lenovo e la LG occuperebbero rispettivamente il penultimo e l'ultimo posto della Top 5, tra l'altro la differenza di performances tra le due compagnie sarebbe stata abbastanza ridotta, questo perché nei tre mesi di riferimento la prima avrebbe venduto 16.9 milioni di smartphone contro i 16.8 milioni della seconda.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.