Scommesse online: un mercato in crescita costante

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteKaspersky Lab: si diffonde il phishing sui social
  • SuccessivoLegge su Copyright: l'appello degli editori

I ricercatori di H2 Gambling Capital hanno elaborato un report commissionato da iGaming Business per valutare l'attuale entità del giro d'affari delle scommesse online e formulare delle previsioni sugli andamenti futuri del settore. Le cifre riguardanti i ricavi sono già particolarmente elevate, ma sarebbero destinate a divenire ancora più interessanti entro il prossimo quinquennio.

Entro il 2018 l'intero comparto potrebbe incamerare non meno di 44 miliardi di euro, un dato reso plausibile in particolare dalla vivacità di alcuni mercati, a partire da quello europeo che da solo riuscirebbe a generare oltre il 50% dei ricavi. Seguirebbero l'Asia e gli Stati Uniti, mentre le quote di Oceania e Sud America risulterebbero ancora marginali.

A sostenere il settore sarebbero in primo luogo le scommesse sportive vere e proprie, con un market share del 51%, seguirebbero i casinò online con il 27%, le lotterie con il 9%, il poker online con il 6%, il bingo con il 4% e i cosiddetti "Skill Games" con il 3%. In crescita sostenuta il segmento delle scommesse Live, con un giro d'affari che superebbe già i 4 miliardi di euro.

Se l'attuale tendenza dovesse proseguire, i ricavi potrebbero salire a 48 miliardi di euro il prossimo anno per poi assestarsi sui 52 miliardi entro il 2020; entro il 2023 si dovrebbero poi superare i 62 miliardi. Oltre il 60% degli introiti generati verrebbe prodotto da mercati dove queste attività vengono regolarmente tassate, ma in non più di 5 anni questa percentuale potrebbe arrivare a sfiorare i 70 punti.

Le cifre presentate nel report sono decisamente ingenti, eppure attualmente il giro d'affari delle scommesse in Rete rappresenterebbe soltanto l'11.5% di quello prodotto globalmente dall'industria del gioco. Anche in questo caso la quota di mercato dovrebbe essere destinata a crescere arrivando al 14.4% entro il 2023.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.