Vodafone: addio a Libra

Vodafone: addio a Libra

Dopo altri nomi noti quali quelli Mastercard, Visa, Booking.com, Mercado Pago, Ebay, PayPal e Stripe, anche il colosso della telefonia Vodafone avrebbe deciso di abbandonare la Libra Association e, con essa, il progetto Libra, la cryptovaluta basata sul wallet Calibra che Facebook ha intenzione di lanciare entro la prima metà dell'anno corrente.

Dei 28 membri che inizialmente avevano aderito all'organizzazione ne rimarrebbero ora soltanto 20, in generale le ragioni che avrebbero determinato tali defezioni sarebbero state sempre le stesse: in mancanza di un quadro normativo adeguato il debutto di una stable coin legata ad un social network (e alle altre applicazioni di Menlo Park) potrebbe rivelarsi un investimento non privo di incognite.

A ciò si aggiunga che diverse tra le più importanti banche centrali del Mondo sarebbero ormai giunte ad un accordo per la creazione di una valuta digitale basata su standard condivisi e quindi fortemente regolamentata, Libra si troverebbe quindi a competere con un'alternativa ben più strutturata e, soprattutto, più rassicurante per gli ambienti finanziari.

Per quanto riguarda Vodafone, i portavoce di quest'ultima avrebbero motivato l'addio a Libra con l'esigenza di concentrare il proprio focus sull'implementazione di M-Pesa, una piattaforma per il microcredito e i pagamenti elettronici (per ora disponibile soltanto in una manciata di Paesi) che l'azienda gestisce attraverso la sussidiaria Safaricom.

Continua dopo la pubblicità...

Forse per dimostrare di non essere stata indabolita dall'ennesimo abbandono, la Libra Association avrebbe ricordato che le società intenzionate ad entrare nel gruppo sarebbero ad oggi oltre 1.500. Il progetto fortemente voluto da Mark Zuckerberg potrebbe però subire un rinvio in attesa di accordi specifici con gli oggi perplessi regolatori.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.