Facebook prepara la sua alternativa a Google News

Facebook prepara la sua alternativa a Google News

Il gruppo di Menlo Park sarebbe praticamente in procinto di lanciare una nuova piattaforma dedicata alle testate giornalistiche; tale servizio sarebbe stato concepito per ospitare i contenuti editoriali e gli articoli sulla proprio sito Web grazie alla collaborazione di alcune importanti realtà del settore; parliamo quindi di un'alternatica a Google News?

La risposta dovrebbe essere in questo caso negativa, l'intenzione di Mark Zuckerberg e soci sarebbe infatti quella di affittare degli spazi alle testate giornalistiche che potrranno utilizzarli ai fini della pubblicazione diretta; ciò consentirebbe di modificare l'attuale modalità che vede i creatori di contenuti postare questi ultimi sui propri siti Web per poi linkarli su Facebook.

Continua dopo la pubblicità...

Il nuovo sistema dovrebbe consentire alle notizie di non finire all'interno del grande calderone del news feed e di conquistare buona parte della visibilità che la timeline del Sito in Blue non potrebbe garantire visto il grande flusso di dati veicolati ogni giorno; in cambio gli editori dovrebbero essere chiamati a dividere gli introiti pubblicitari maturati con il social network stesso.

A tal proposito Menlo Park avrebbe già preso accordi con alcuni importanti partner operanti nel settore dell'informazione, tra di essi anche il New York Times, BuzzFeed e National Geographic; è comunque molto probabile che le future alleanze attorno al progetto riguarderanno anche testate prodotte in lingue diverse dall'Inglese.

L'iniziativa potrebbe rappresentare un'occasione importante per gli editori sempre alla ricerca di nuove opportunità per la monetizzazione, senza considerare il fatto che Facebook è considerato sempre di più una fonte di informazioni dagli utenti nonché un media fondamentale per la generazione di traffico a favore dei siti Web che si occupano della loro redazione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.