Google: Android M è in arrivo

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMicrosoft regala 100 Gb di spazio su OneDrive per 2 anni
  • SuccessivoIl 19 Marzo a Torino apre i battenti CloudConf 2015
Google: Android M è in arrivo

Mountain View avrebbe praticamente confermato che la prossima versione del suo sistema operativo mobile dovrà essere Android M; tale anticipazione sarebbe stata diffusa da Caesar Sengupta, vicepresidente della divisione Product Management di Big G, durante la recente manifestazione per il lancio degli Android One nelle Filippine.

Sempre secondo il dirigente del gruppo capitanato da Larry Page, gli smartphone Cherry Mobile One e MyPhone potrebbero essere tra i primi dispositivi a ricevere i prossimi aggiornamenti del Robottino Verde; al momento non sarebbe però certo che la futura versione del sistema operativo sia destinata a chiamarsi proprio "Android M".

Continua dopo la pubblicità...

Mancando qualsiasi notizia riguardante le caratteristiche software della piattaforma, le discussioni odierne si concentrano infatti sul suo nome che, per numerosi analisti, sarà anche questa volta quello di un dolce, rispettando la tradizione dei rilasci precedenti (a partire da "Cupcake" fino a "KitKat" e all'attuale Android 5.0 "Lollipop").

Risulta ormai evidente che per avere maggiori informazioni su "Android M" (o qualunque dovrà essere il suo nome al momento del lancio) si dovrà aspettare fino all'evento Google I/O 2015, appuntamento dedicato dall'azienda californiana agli sviluppatori, che a andrà in scena il 28 e 29 maggio nella città di San Francisco.

Del resto lo stesso Android 5.0 e la sua nuova interfaccia basata sull'approccio del Material Design sono stati presentati nel corso della passata edizione del Google I/O; quest'anno, oltre su Android M, la nuova edizione dovrebbe incentrarsi su Project Ara, il primo smartphone modulare composto totalmente da componenti intercambiabili.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.