The New iPad vende ma non va sold out

L'ultima generazione del tablet di Cupertino è entrata ufficialmente in fase di commercializzazione il 16 di marzo, gli Apple Store degli Stati Uniti e non solo (12 i paesi coinvolti) hanno aperto le porte ai migliaia di fanboys della Mela Morsicata in coda da ore davanti alle entrate; eppure, l'esordio sarebbe stato meno entusiasmante rispetto a quanto previsto dalla casa madre.

L'assalto ai negozi non sarebbe mancato, il livello medio delle vendite sarebbe stato più che soddisfacente, ma una volta abbassate le saracinesche i gestori degli Apple Store si sarebbero ritrovati con una disponibilità di scorte ancora elevata, cosa che non sarebbe invece accaduta nei giorni di lancio dei due modelli precedenti.

Continua dopo la pubblicità...

A tal proposito, il gruppo BGR avrebbe effettuato una rilevazione telefonica nel corso della quale sarebbe emerso che nel tardo pomeriggio del 16 marzo ancora molti esercizi autorizzati della Apple presentavano una buona dotazione di iPad vendibili, ciò indipendentemente dal modello (4G o Wifi only), dal colore e dalla capacità di storage integrata.

Quanto accaduto potrebbe essere motivato dal fatto che, in vista delle molte richieste del giorno d'esordio, Tim Cook e soci avrebbero deciso di rifornire maggiormente di scorte gli Apple Store rispetto al passato; ma si potrebbe anche pensare che i potenziali acquirenti del device, come per esempio i possessori di un iPad 2, in questo momento non siano particolarmente propensi a spendere per un nuovo (e costoso) tablet.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.