Twitch: nuove policy sui contenuti per adulti

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Twitch: nuove policy sui contenuti per adulti

Twitch, la piattaforma per il live streaming di proprietà di Amazon, potrebbe diventare meno severa nei confronti dei contenuti per adulti. Se tale notizia dovesse essere confermata ci troveremmo davanti ad un dietrofront rispetto alle iniziative che il servizio stesso aveva intrapreso nelle scorse settimane contro i riferimenti sessuali, compresi quelli presenti nei nomi degli account.

Le prime indiscrezioni in tal senso proverrebbero da Zach Bussey, creator noto per i suoi live show sia su YouTube che su Twitch, stando ad un report da lui diffuso online l'intenzione dovrebbe essere quella di modificare leggermente le policy in modo da renderle più permissive. Sembrerebbe invece improbabile un'apertura completa ai contenuti troppo espliciti.

I contenuti per adulti non verranno visualizzati dal pubblico più sensibile

Twitch integra un sistema appositamente pensato per evitare che determinate categorie di utenti possano visualizzare video non adatti alla propria età, per questo motivo ai creator dovrebbe essere richiesto di contrassegnare con un apposito tag, nello specifico "Mature", i contenuti più spinti dal punto di vista dei riferimenti sessuali.

Ad essere taggati in questo modo dovrebbero essere le opere d'arte a carattere sessuale, le discussioni incentrate sul sesso (compreso il racconto delle proprie esperienze), qualsiasi titolo o testo riguardante il sesso, l'incitamento a conversazioni via chat che contengono riferimento sessuali, le inquadrature di specifiche parti del corpo, i baci prolungati e le espressioni facciali che comunicano eccitazione.

Sempre secondo quanto riportato da Bussey, in futuro Twitch potrebbe permettere anche la creazione di canali dedicati all'intrattenimento per adulti, comprese sessioni di chat dedicate ai maggiorenni. In questo caso però è probabile che verranno prodotte delle policy appositamente dedicate e meno restrittive rispetto a quelle pensate per i contenuti standard.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti