Windows 10 Fall Creators Update, il Windows 10 che verrà

Windows 10 Fall Creators Update, il Windows 10 che verrà

Nel corso della conferenza Build 2017 la Casa di Redmond ha annunciato Windows 10 Fall Creators Update davanti ad una platea di sviluppatori; si tratta del prossimo aggiornamento cumulativo per il sistema operativo di Microsoft che, se tutto dovesse andare secondo le previsioni dell'azienda, potrebbe essere disponibile entro settembre 2017.

"Windows 10 Fall Creators Update" non è altro che il nome ufficiale di "Windows 10 Redstone 3", un upgrade pensato in particolare per i creativi che desiderano lavorare in ambienti cross-device. Diverse le novità prevista, ma tra di esse quella più interessante dovrebbe essere Windows Story Remix, un'applicazione per la gestione dei file multimediali legata alla piattaforma Remix3D.

Windows Story Remix sarà nello stesso tempo uno strumento per l'editing di foto e video e una soluzione per la condivisione sociale dei propri elaborati; l'idea è quella di creare un ambiente aperto all'interno del quale gli utilizzatori possano utilizzare anche immagini di altri utenti per rendere ancora più interessante la vita della community.

L'applicazione interagirà con tecnologie per l'Intelligenza Artificiale e il machine learning fornendo funzionalità avanzate come per esempio la possibilità di ricercare oggetti, persone e luoghi nelle immagini. E' disponibile infatti il supporto per la facial recognition che consentirà di individuare i propri contatti quando ripresi in una foto.

Continua dopo la pubblicità...

Windows Story Remix non è destinata ad essere una soluzione per i soli sistemi operativi Windows, il progetto prevede infatti anche delle versioni per iOS e Android. Da segnalare anche il supporto per i pennini ottici che semplificheranno l'uso dell'App su tutti i device che supportano questi dispositivi, come per esempio i tablet Surface.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.