Windows 8.1 gratis sui mini tablet

Windows 8.1 gratis sui mini tablet

Secondo le indiscrezioni attualmente circolanti la Casa di Redmond avrebbe intenzione di mettere a disposizione gratuitamente il sistema operativo Windows 8.1 sui dispositivi tablet di piccole dimensioni, cioè quelli dotati di diagonali al di sotto dei 9 pollici; tale offerta sarebbe condizionata però all'utilizzo di Bing come motore di ricerca di default.

Con questa iniziativa l'azienda guidata da Satya Nadella starebbe cercando di superare uno degli ostacoli che fino ad ora avrebbero limitato la propensione ad aggiornare la propria piattaforma Windows (se non il proprio dispositivo) da parte degli utenti; nel dettaglio parliamo dei costi relativi all'attivazione delle licenze d'uso.

Continua dopo la pubblicità...

Grazie alla promozione denominata "Windows 8.1 with Bing" la Microsoft dovrebbe ottenere simultaneamente più risultati, come per esempio incrementare la vendite delle sue "tavolette magiche", incrementare la diffusione del per ora non fortunatissimo ultimo sistema operativo prodotto e incentivare i download dal Windows Store.

E' comuque da sottolineare che molto probabilmente la gratuità della piattaforma sui tablet più piccoli dovrebbe portare ad un incremento di prezzo a carico dei device più grandi; nel caso specifico si tratterebbe di un aumento pari a 5 dollari (15 dollari in tutto che sono comunque meno dei 25 precedentemente previsti) sempre con il vincolo di utilizzare Bing come motore predefinito.

Ma non basta, in tutti i casi gli acquirenti di nuovi tablet targati Big M dovrebbero usufruire di una promozione che prevede l'utilizzo gratuito della piattaforma Windows 365 per un anno, successivamente (ma la notizia è ancora da confermare) il passaggio all'atteso Windows 10 dovrebbe essere completamente gratuito.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.