Chrome 74, Dark Mode su Windows

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAGCOM: gli utenti vanno educati a rispettare il diritto d'autore
  • SuccessivoMicrosoft vale mille miliardi di dollari
Chrome 74, Dark Mode su Windows

Gli sviluppatori di Mountain View hanno rilasciato Chrome 74, ennesimo aggiornamento del browser Web più utilizzato al Mondo che introduce diverse novità tra cui l'attesa Dark Mode su Windows, una feature appositamente pensata per rendere la user experience meno impegnativa durante le sessioni di lavoro notturne o in condizioni di luce non favorevoli.

La Dark Mode non è una novità completa per quanto riguarda il progetto Chrome, il suo debutto risale infatti a Chrome 73 per il sistema macOS, mentre per quanto riguarda la piattaforma di Redmond essa era già presenta nelle ultime beta dedicate ai tester. Lo sbarco defitivo su Windows amplia notevolmente la platea dei potenziali utilizzatori.

Continua dopo la pubblicità...

Una delle caratteristiche peculiari di questa modalità risiede nella procedura per la sua attivazione, essa infatti non può essere abilitata tramite le impostazione dell'applicazione. E' prevista invece un'operazione da eseguire tramite l'OS che, tra l'altro, alcuni utilizzatori della prima ora starebbero segnalando come malfunzionante.

In sostanza, si dovrà cliccare sul Desktop con il tasto destro del mouse, fatto questo si aprirà un menù contestuale dal quale selezionare l'opzione "Personalizza". Tramite questa voce diventerà accessibile la sezione "Colori", scrollando l'intera schermata si avrà finalmente l'opportunità di optare tra due scelte: "Chiaro" e "Scuro" (con cui si può utilizzare la Dark Mode).

Sempre per quanto riguarda il rilascio è possibile segnalare anche le novità riguardanti la sicurezza, come per esempio il blocco dei dei file scaricati tramite link presenti in un iframe da una sandbox e, contro l'advertising invadente, un'impostazione che impedisce l'apertura di una nuova pagina contestualmente alla chiusura di una scheda.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.